Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Docenti e collaboratori

 

docenti DELLA SCUOLA IN ANALISI BIOGRAFICA A ORIENTAMENTO FILOSOFICO

 

maia cornacchia

 

 

Maia Cornacchia (Bologna 11-12-1949), laureata in Filosofia con una tesi sperimentale in Psicologia, nel 1972 lascia il Teatro per svolgere attività di ricerca e formazione. Dalla Filosofia, dal Teatro e dalla necessità di portare la ricerca nella nostra quotidianità, nel 1985 nasce la Pratica di Lavoro Organico: un esercizio di ascolto che si colloca nel solco originario di tradizioni diverse. Pratica perché, più che muoversi nel territorio delle risposte, si lascia portare dalle domande e si pone in ascolto dell’esperienza; Lavoro perché, esplorando le possibilità percettive, tenta di abitare consapevolmente il corpo, il silenzio e il mondo, incontrandone gli orli; Organico perché fa spazio a un sentire che sa stare in relazione con la vita e lascia affiorare un sapere organico capace di rinnovare la qualità delle nostre risposte.
Ha imparato e impara da tutto e da tutti, come accade ogni volta che ci mettiamo in ascolto, ma i suoi più grandi maestri, oltre a Jerzy Grotowski e Carlo Sini, sono stati e sono i suoi figli, i suoi allievi, i bambini, i boschi, le montagne, gli indiani d’America, il suo corpo e tanti altri irriducibili.

Socia fondatrice e docente di Philo e socia fondatrice di Sabof (società di analisi biografica a orientamento filosofico) opera, come formatrice in P.L.O. e come analista a orientamento filosofico e a mediazione corporea, in sedute individuali e di gruppo. Socia di Mechrì, da diversi anni collabora anche con la Facoltà di Scienze della formazione e con il Master in Culture simboliche dell’Università di Milano Bicocca. Si occupa della formazione dei clown dottori di diverse Associazioni italiane e estere e dal 2001 collabora con l’Associazione Gigi Ghirotti di Genova che assiste malati terminali di tumore e aids.

 

 

Redattrice della rivista Scena dal 1975 al 1981, ha curato la rubrica “lo straordinario nell’ordinario” per aam terra nuova e pubblicato numerosi articoli e saggi su varie riviste e libri collettanei.