Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

martedì 11 dicembre 2012 – ore 21

 

LA METAMORFOSI COME VALORE:

RILEGGERE HESSE A CINQUANT'ANNI DALLA MORTE

serata dedicata a Hermann Hesse
ingresso libero e gratuito

in collaborazione con Mondadori, Frigoriferi Milanesi, IDN Media Relations

 

 

Scarica la locandina

 

Hesse è un grande poeta del piacere, di ciò che nella vita fiorisce e si
lascia godere senza perché, di ciò che è irriducibile al possesso: della luce
delle stagioni, dell’acqua che scorre scintillante, delle foglie che
attutiscono il passo sul sentiero, della simmetria del canneto e del caotico
pulviscolo che brilla al sole, di una gita in montagna, di una nuvola,
dell’amore timido o violento ma sempre goduto. Hesse è il poeta di una
natura liberata, nella quale la gioia è a portata di mano e una passeggiata
nel bosco assume più significato di un grandioso evento storico; è un
poeta del corpo femminile, del desiderio anarchico e dolce. (Claudio Magris)


Relatori
Eva Banchelli docente di letteratura tedesca all'Università degli Studi di Bergamo

Massimo Diana filosofo, Philo

Patrizia Gioia poetessa, artista, designer, SpazioStudio Milano


Conduce Elisabetta Risari editor Mondadori

 

Sede dell'incontro: Philo, via Piranesi 10/12 a Milano.