Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

SGUARDI SULLA SCUOLA
Percorso critico tra immagini e parole

 

Scarica la locandina.

 

La scuola, anche in questi tempi di svalorizzazione, di parole vuote e di macroscopiche contraddizioni tra sbandierati propositi e routine  irriflesse, rimane luogo nevralgico per chiunque non sia disposto a deporre la speranza in un mondo diverso. Non foss’altro perché da scuola ci dobbiamo passare tutti. Ad alcuni capita poi di non uscirne mai.
I quattro incontri si propongono come l’occasione per una riflessione condivisa intorno ai comportamenti, ai pensieri e alle emozioni che “fanno la scuola” e che la scuola veicola fuori e dentro di sé.
Le immagini (film, documentari, opere d’arte) offriranno lo spunto per provare a ritrovare insieme l’anima del luogo, spesso nascosta sotto la polvere dei banchi o dietro l’implacabile nitidezza dei registri elettronici.

 

Calendario degli incontri

- martedì 29 gennaio 2013 – ore 20.45

Paolo Mottana, professore ordinario di Filosofia dell’educazione all’Università di Milano-Bicocca
“Al di qua e al di là della scuola"

- martedì 5 marzo 2013 – ore 20.45

Laura Formenti, professore associato di Pedagogia generale e sociale all’Università di Milano-Bicocca
“Sguardi scomposti: insegnanti, genitori e figli spettinati”

- martedì 9 aprile 2013 – ore 20.45

Andrea Arrighi, psicoterapeuta e psicoanalista a orientamento filosofico
Mario Mapelli, dottore di ricerca in Scienze della Formazione e della Comunicazione e insegnante
“Quando l’altro irrompe nella scuola: monsieur Lazhar e le (im)possibilità dell’educazione”

- mercoledì 8 maggio 2013 – ore 20.45

Vanna Iori, professore ordinario di Pedagogia generale all’Università Cattolica di Milano
“Lo specchio delle emozioni. Il cinema per l’educazione alla vita emotiva”

 

Costo

Ingresso a incontro: 12 €

 

Organizzazione a cura di Simona Alberti, Maria Rosa Del Buono, Mario Mapelli, Rita Mitiello

 

Sede degli incontri: Philo, in via Piranesi 10/12 a Milano.

 

I conduttori


Andrea Arrighi
è psicoterapeuta a psicoanalista junghiano a orientamento filosofico. È tra i soci fondatori di Sabof (Società di analisi biografica a orientamento filosofico). Ha svolto e svolge attività di formazione e consulenza sui temi dell’intercultura, della didattica e dell’apprendimento. Su questi temi ha pubblicato alcuni articoli su riviste.

 

Laura Formenti è socio fondatore e docente di Philo, Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche. Professore associato di Pedagogia Generale e Sociale, lavora dal 1998 all'Università degli Studi di Milano Bicocca, Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa”, dove insegna Pedagogia della Famiglia e Consulenza familiare: teorie e pratiche. Formatasi inizialmente come psicologa e terapeuta della famiglia, ha lavorato presso il Centro Gregory Bateson di Milano, il Centro Milanese di Terapia della Famiglia, l'Università di Ginevra. Dall’inizio degli anni ’90, dopo il dottorato di ricerca in pedagogia, si occupa prevalentemente di formazione, promuovendo processi di ricerca partecipativa, narrativa e composizionale, in particolare sulla costruzione dell'identità, sulla trasformazione dello sguardo e sulla cura dei legami familiari. Collabora con centri di ricerca nazionali e internazionali, è membro del comitato direttivo di ESREA (Società Europea di Ricerca in Educazione degli Adulti), coordina con Linden West un network europeo che promuove reti di scambio, conferenze e progetti internazionali su “Life history and biography in adult education”.
Per le sue pubblicazioni vedi il profilo biografico di L. Formenti in questo sito.

 

Vanna Iori è professore ordinario di Pedagogia generale all’Università Cattolica di Milano e dirige, nella sede di Piacenza, il Master “Relazioni e sentimenti nelle professioni educative e di cura”. Coordina e dirige il gruppo di ricerca e formazione ad orientamento fenomenologico Eidos. Conduce da oltre dieci anni l’Osservatorio Famiglie del Comune di Reggio Emilia. Tra le sue numerose pubblicazioni Quaderno della vita emotiva (Franco Angeli 2009),Il sapere dei sentimenti (Franco Angeli 2009), Guardiamoci un film (a cura di, Franco Angeli 2011).


Mario Mapelli è dottore di ricerca in Scienze della formazione e della comunicazione presso l’Università di Milano Bicocca con cui collabora. È insegnante nella scuola secondaria, dove da tempo si occupa dell’integrazione delle persone disabili. Docente presso la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, nel 2013 ha pubblicato per Franco Angeli il libro Il dolore che trasforma. Attraversare l’esperienza della perdita e del lutto. Svolge in diversi contesti attività di formazione a partire da un approccio narrativo.

 

Paolo Mottana è professore ordinario di Filosofia dell’educazione presso l’Università di Milano Bicocca. Insegna Filosofia immaginale e didattica artistica all’Accademia di Brera e da anni si occupa dei rapporti tra immaginario, filosofia ed educazione. Ha fondato il Gruppo di ricerca immaginale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Milano Bicocca e presiede l’Associazione Istituto di Ricerche Immaginali e Simboliche (IRIS). Tra le sue pubblicazioni: Formazione e affetti (Armando, 1993), Il mèntore come antimaestro (a cura di, CLUEB 1996), Miti d’oggi nell’educazione. E opportune contromisure (Angeli 2000), L’opera dello sguardo (Moretti e Vitali, 2002), La visione smeraldina. Introduzione alla pedagogia immaginale (Mimesis, 2004), Antipedagogie del piacere: Sade e Fourier e altri erotismi (Angeli, 2008), L’immaginario della scuola ( a cura di, Mimesis 2009), L’arte che non muore. L’immaginale contemporaneo (Mimesis, 2010), Eros, Dioniso e altri bambini. Scorribande pedagogiche (Angeli, 2010), Piccolo manuale di controeducazione, Mimesis, Milano 2011.