Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

giovedì 13 marzo 2014 – ore 21.00-23.00

 

Presentazione del libro di Chandra Livia Candiani

La bambina pugile

ovvero la precisione dell'amore

(Einaudi 2014)

 

ingresso libero e gratuito

 

 

Scarica la locandina

 

Ne parleranno con l'autrice
Laura Becatti, Laura Bosio, Nicole Janigro, Domitilla Melloni

 

Appartata per scelta, Chandra Livia Candiani si rivela invece poetessa aperta e generosa: la sua parola è soprattutto ascolto e comunicazione, voce che parla a un "tu" spesso lontano nello spazio o nel tempo, e lo include, e si include, in un "noi" di fratellanza universale che unisce tutte le creature dell'universo, anche quelle passate e future.

"Leggerezza è il termine che la contraddistingue", ha scritto di lei Giovanna Rosadini: una leggerezza che si accompagna a forza, come ben delinea l'ossimoro nel titolo di questa raccolta, in cui si affrontano temi assoluti: l'amore, la morte - intesa non come momento del trapasso, ma come condizione di esistenza di coloro che abbiamo perduto, un luogo che è ancora presenza nel mondo.

 

Chandra Livia Candiani nata nel 1952 a Milano dove vive. Traduce dall’inglese testi buddhisti. Pratica il buddhismo Theravada dal 1986. Conduce seminari di poesia nelle scuole elementari e gruppi di meditazione e poesia per adulti. Ha pubblicato libri di fiabe: Fiabe vegetali, Aelia Laelia, 1984; Sogni del fiume, La biblioteca di Vivarium, 2001. I libri di poesia: Io con vestito leggero, Campanotto, 2005; La nave di nebbia. Ninnananne per il mondo, La biblioteca di Vivarium, 2005; La porta, La biblioteca di Vivarium, 2006; Bevendo il t con i morti, Viennepierre, 2007 (con cui ha vinto il Premio Baghetta).

Nel 2001 ha vinto il Premio Montale per l’inedito.

Sue poesie sono in Nuovi poeti italiani 6, Einaudi, 2012.


Sede: Philo – Scuola superiore di pratiche filosofiche
via Piranesi 10/12 – Milano