Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

mercoledì 28 maggio 2014 – ore 21.00-23.00

 

presentazione del libro di
Maurizio Franco
Sussurrare ai cammelli

Incroci di vita in una Comunità Psichiatrica

(Moretti&Vitali, 2014)

ingresso libero e gratuito

 

ne parleranno l’autore e Romano Màdera

 

Scarica la locandina

 

Sono attratto dalle crepe nel muro, dalle sconnessioni dell’asfalto. Mi sorprende la vita che vi germina.
Non ho vissuto le mura del manicomio, il loro potere di segregazione. Per fare lo psichiatra ho scelto le mura di una comunità che al manicomio resta più vicina solo per il fatto di convivere con la psicosi giorno e notte.
Mi occupo di malattie che ancora non so chiamare malattie.
Di certo la nostra normalità non è così normale.
La poesia non è uno zuccherino per addolcire la follia, forse è solo un modo più efficace di descriverla condividendone il linguaggio.

 

Maurizio Franco è psichiatra di comunità con decenni di lavoro, psicoanalista, scrittore, poeta; una “grande anima” a cui piace camminare peregrinando e veleggiare in libertà.

 

Sede: Philo – Scuola superiore di pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano