Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

GRASS. Laboratorio “in erba”
di pratiche e sguardi sistemici in contesti educativi

Laura Formenti e Andrea Prandin con la collaborazione del gruppo GRASS

 

22 ottobre e 26 novembre 2014; 21 gennaio, 18 febbraio, 18 marzo, 15 aprile, 20 maggio, 10 giugno 2015
ore 14.30-18.00

 

 

 

Scarica la locandina.

 

 

 

Ciclo di incontri centrato sulle pratiche sistemiche nel lavoro educativo e pedagogico.

Per crescere professionalmente e promuovere sensibilità sistemica, in un clima di collaborazione, confronto e scambio di esperienze.
È rivolto a professionisti della cura che lavorano in contesti educativi (educatori, psicologi, pedagogisti).

 

Il laboratorio in erba (omaggio al “sillogismo in erba” di Gregory Bateson) è secondo ciclo di incontri che Philo dedica al pensiero sistemico e alle sue declinazioni operative in contesti educativi. Vuole attirare a sé coloro che, operando nel sociale (educatori, pedagogisti, psicologi, mediatori, consulenti, insegnanti...), sono interessati a confrontarsi con e sul pensiero sistemico in modo operativo, interrogando soprattutto le proprie azioni. L'agire sistemico è certamente una pratica filosofica, in quanto viene continuamente chiamato a interrogare il contesto, le cornici, e dunque il senso di ciò che si fa. E' anche, però, una pratica fragile, che richiede cura, consapevolezza, condivisione, trasparenza, eticità, perché quotidianamente si scontra con gli ostacoli del pensiero lineare, riduttivo, meccanicista, con le patologie epistemologiche e antiecologiche dei tempi e dei luoghi in cui viviamo.
Questa proposta nasce dal desiderio e bi-sogno di gettare un piccolo seme e di creare un terreno fertile per praticare, conversare e far crescere nuove idee sull'educazione, la relazione, l'apprendimento.

Ogni incontro del ciclo partirà con l'esplorazione di situazioni/azioni concrete, sia con la proposta di esercizi pratico-epistemologici sia attraverso il racconto di esperienze di lavoro educativo e pedagogico. Partendo da questa esplorazioni/domande si cercherà poi di avviare scambio riflessivo e interrogante tra tutti i partecipanti. La guida di ogni incontro sarà proposta di volta in volta da uno o più membri del gruppo GRASS, che sono un insieme eterogeneo di professionisti che hanno scelto di guardare la realtà con le lenti della sistemica e che ora si sono uniti per fare ricerca cooperativa sul loro agire professionale, per contaminarsi e per crescere  insieme.
Tra esperienze raccontate e vissute, rappresentazioni simboliche e narrazioni, conversazioni sul senso e analisi di progetti/esperienze sul campo, il laboratorio inviterà i partecipanti a interrogare le proprie cornici e gli sguardi messi in atto nel lavorare con i sistemi umani. L'obiettivo è praticare insieme in un clima di collaborazione e di scambio, riflettere in modo critico e consapevole, scambiare punti di vista e inventare modi creativi di lavorare nel sociale.

 

I conduttori
Laura Formenti: docente di Pedagogia Generale e Consulenza Familiare presso l'Università Bicocca di Milano, Socio Fondatore e docente di Philo.
Andrea Prandin: consulente pedagogico, collaboratore dell’Università Bicocca di Milano, supervisore e formatore presso enti pubblici e privati dell’area socio-educativa, docente di Philo.
Gruppo Grass: professionisti che hanno scelto di guardare il lavoro educativo attraverso le lenti della “sensibilità sistemica” e che condividono la curiosità di fare ricerca sul loro agire professionale.

 

Costi e modalità di iscrizione

Ciclo di 8 incontri 150 euro. Per informazioni e iscrizioni al ciclo scrivere entro il 15 ottobre a info@scuolaphilo.it. Costo del singolo incontro 25 euro (20 euro per gli studenti Philo), da pagarsi all’ingresso dei singoli incontri. Minimo 6, massimo 30 partecipanti.

 

Gli incontri: temi e conduttori

 

Primi incontri

 

mercoledì 22 ottobre 2014- "RE iNVENTARE LA FAMIGLIA"
Condotto da Andrea Prandin e LauraFormenti

"Flessioni", ri-flessioni e meta ri-flessioni sul modo di pensare e incontrare la famiglia nel percorso Grass. A quali bisogni professionali risponde il dispositivo formativo del gruppo GRASS? E come si compone rispetto ai temi della ricerca pedagogica sulla famiglia? Quali posture osservative vuole favorire? Quali posizionamenti operativi desidera nutrire? E come può avvenire tutto questo? Con quale metodo? Ma serve un metodo?

 

mercoledì 26 novembre 2014 - "LA CURA SI IMPARA IN FAMIGLIA. ESPLORAZIONI DOMESTICHE PER OPERATORI RIFLESSIVI"

Condotto da Beppe Pasini

Quali cure abbiamo imparato in famiglia e da nessun altra parte? Da chi in particolare ci sono state trasmesse? Come? Quando e in quali occasioni a nostra volta nella relazione d’aiuto le ritroviamo e le apprezziamo? Come possiamo alimentare possibilità, cambiamento, generatività in dinamiche famigliari che appaiono irrigidite e sofferenti adottando dimensioni simboliche e narrative?

 

mercoledì 21 gennaio 2015 - "LANCIARE AL VENTO SGUARDI PER FAR FIORIRE CIELI. DAR CORPO ALLE BIOGRAFIE SCOLASTICHE PER RI-PENSARE IL LAVORO CON LE FAMIGLIE. UN CONTRIBUTO METODOLOGICO"
Condotto da Alessia Vitale

Come la scuola ha contribuito a creare il punto di vista da cui osserviamo il mondo? Quali incontri, scontri, punti di svolta e com-posizioni sono stati decisivi per costruire la nostra idea di cura? In quale modo la nostra biografia scolastica entra in campo nel lavoro con le famiglie? Può una metodologia estetica connettere storia scolastica e lavoro di cura e donare a entrambe un fertile terreno per delle trasformazioni?

 

mercoledì 18 febbraio 2015 - L’OMBRA NELLA CURA, DI SE’ E DELL’ALTRO

Condotto da Andrea Di Martino

Cosa succede quando l’Ombra si insinua nella cura di Sé e dell’Altro?

Quali emozioni negative accompagnano i nostri pregiudizi?

Cosa succede quando consegnamo all’Ombra i riti quotidiani, i nostri miti familiari?

Un incontro per “illuminare con l’Ombra”i nostri percorsi di crescita individuali e la fitta trama di relazioni che tessiamo mentre ci tesse.

 

mercoledì 18 marzo 2015 - Educare ad apprendere. Esplorazione attraverso il movimento corporeo (Metodo Feldenkrais) per ripensare alle nostre pratiche educative.

Condotto da Silvia Luraschi e Milena Costa

Come ci muoviamo e ci organizziamo nelle nostre attività quotidiane? Quali attenzioni poniamo nell'ascoltare il nostro corpo nel movimento? Quali sguardi rivolgiamo ai movimenti delle persone che vivono intorno a noi? E quali consapevolezze abbiamo delle nostre azioni nell'ambiente di cui facciamo parte? Come possiamo comporre le nostre esperienze corporee per promuovere la "libertà di imparare" attraverso le pratiche educative, i processi di apprendimento e le esperienze di vita?
Si consiglia abbigliamento comodo e coperta o tappetino per le posizioni a terra.
Conducono Silvia Luraschi con Milena Costa (Insegnante Metodo Feldenkrais)

 

mercoledì 15 aprile 2015 - Vedo che mi guardi. E capisco chi siamo. Quando la televisione racconta il lavoro educativo

Condotto da Andrea Prandin e Laura Formenti

Il percorso riflessivo utilizzerà un filmato recentemente proposto da un noto programma Rai che racconta il lavoro educativo e di tutela con le famiglie. Il desiderio è quello di "vedere come ci vedono" osservatori che utilizzano insoliti vertici osservativi. E' molto raro infatti avere un documento narrativo che racconti il nostro lavoro e che parta da uno sguardo diverso da quello specialistico e di settore. La convinzione è che documenti di questo tipo siano occasioni per esplorare molti livelli della nostra cultura educativa e dei servizi per le famiglie.

Conduttori: Andrea Prandin e Laura Formenti

 

mercoledì 20 maggio 2015 - Libertà è partecipazione. Riflessioni sistemiche a partire dal metodo multifamiliare del Marlborough Centre di Londra.
Condotto da Nadia Tralli
(Pedagogista, specilaizzata nel metodo multifamiliare, collaboratrice del gruppo Grass)

Che cosa significa progettare uno spazio di fiducia con delle famiglie in difficoltà? Come un gruppo multifamiliare può celebrare le diverse forme di saggezza dei suoi componenti? Come alimentare capacità di apprendimento? E desideri di speranza? Quali gesti possono restituire la sacralità e la cura per le storie che ci vengono affidate?
Partiremo alla ricerca di domande e di teorie più o meno utili per non perdere lo stupore e per sentirci liberi di... partecipare alla meraviglia del lavoro con le famiglie.

 

 

Sede: Philo – Scuola superiore di pratiche filosofiche
via Piranesi 10/12 – Milano