Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

Cantando alla luce della tua ombra
Pensieri al femminile in compagnia di Etty Hillesum

sabato 8 marzo 2014, ore 20.30 - ingresso libero e gratuito
con Domitilla Melloni

 

Scarica la locandina.

 

Una giovane donna attraversa gli anni più bui del Novecento, ne subisce l’orrore senza sconti, fino all’annientamento.
Eppure, la sua voce arriva fino a noi autentica, limpida, vibrante della forza di chi non si lascia distruggere. È una voce che canta la bellezza e la gioia di vivere, nonostante la lucida consapevolezza del disastro imminente.
La sua capacità di trascendere la paura e il ripiegamento su di sé è un invito a iniziare quella trasformazione di noi che sola può trasformare il mondo, fino a condurci a riconoscere e cantare insieme la canzone della vita.

 

“Dentro di me c’è una melodia che a tratti vorrebbe tanto essere tradotta in parole. Ma rimane soffocata e nascosta. A volte mi svuota completamente. E poi mi colma di nuovo di una musica dolce e malinconica”.
E. Hillesum, Diario 1941-1943

 

Per celebrare l’8 marzo,
un incontro dedicato a Etty Hillesum nel centenario della sua nascita,
una conversazione aperta a donne e uomini,
davanti a un bicchiere e una fetta di torta da gustare insieme.

 

Sede dell'incontro: Philo, in via Piranesi 10/12 a Milano.