Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

venerdì 2 ottobre 2015 – ore 21.00-23.00

 

Le lingue della follia

 

con Pietro Barbetta, Laura Formenti, Nicole Janigro

ingresso libero

 

Scarica la locandina.

 

A partire dall’opera Le schizo et les langues di Louis Wolfson, Pietro Barbetta dialogherà con Laura Formenti e Nicole Janigro intorno al linguaggio della follia.

Il linguaggio schizofrenico con Bateson diventa linguaggio creativo, con Bion linguaggio del gruppo, con Basaglia e Laing linguaggio pubblico.
Wolfson rappresenta un esempio di questi sfondamenti della lingua, mette radicalmente in questione il concetto di lingua materna che, da Wolfson in poi, non coinciderà mai più con la lingua della madre. Wolfson designa il francese come lingua della scrittura, un “francese riformato”, l’yiddish come lingua di scambio economico con il padre, l’ebraico, il tedesco, il russo ecc. come lingue per la cura di sé, lo spagnolo come lingua di dove vive ora.
Eppure, quando incontra la prostituta, compare l’inglese, lingua della comunità di appartenenza di un tempo, il tempo della scrittura di Le schizo et les langues.

Pietro Barbetta è direttore del Centro Milanese di Terapia della Famiglia, autore di Doppiozero, insegna Psicologia dinamica e Teorie psicodinamiche all’Università di Bergamo. Autore di Anoressia e isteria (2005, Cortina), Figure della relazione (2007, ETS), Lo schizofrenico della famiglia (2008, Meltemi), Follia e creazione e La follia rivisitata (2012 e 2014, Mimesis).

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27