Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

sabato 21 novembre 2015 – ore 10.00-17.00

 

Verso quale forma?
Rintracciare la mitobiografia tra ferita e creatività

 

seminario con Chiara Mirabelli e Ivan Paterlini

 

Scarica la locandina.

 

Quale forma tracciare nella ricerca di senso della propria autobiografia, tra lo sguardo sul nostro mondo interno e lo sguardo sul mondo che ci circonda?
Per lavorare sulla nostra storia individuale, inizieremo seguendo le tracce di una biografia esemplare, quella di Camille Claudel. Scultrice geniale, artista donna in anticipo sui tempi storici, amante e musa di Rodin, creatrice di opere eterne, per metà della vita lottò per affermare la sua arte, e per l’altra metà fu segregata in un ospedale psichiatrico.
Lungo il seminario, al discorso si uniranno video, immagini, letture, pratiche di scrittura.
La biografia di Camille e il mito di Eros e Psiche ci condurranno nella ricerca della consapevolezza mitobiografica, essenziale per trovare senso in una vita segnata dalla ferita e dal bisogno di creatività. Che appartengono agli artisti, come a ognuno di noi.

 

Costo e modalità di iscrizione
Costo 50 euro, iscrizioni entro il 14 novembre 2015.
È necessario iscriversi scrivendo a info@scuolaphilo.it. Min. 8, max 20 partecipanti.

 

Chiara Mirabelli è analista filosofa (Sabof) e formatrice; è docente di Philo e collabora con l’associazione. Editor nell’ambito dell’educazione, della psicoanalisi, della filosofia, tra le sue pubblicazioni ha curato Una filosofia per l’anima di Romano Màdera (Ipoc 2013) e, con Andrea Prandin, Philo. Una nuova formazione alla cura (Ipoc 2015).
Ivan Paterlini è psicologo clinico e psicoanalista junghiano, analista Sabof e membro Lai (laboratorio analitico delle immagini). Svolge attività clinica a Parma e a Casalmaggiore (CR). Con Daniele Ribola ha pubblicato Psicodinamiche della creazione artistica: Giacometti, una distanza incolmabile (Persiani 2013) e Tipologia e cinema (Persiani 2015).

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27