Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

sabato 12 dicembre 2015 – ore 18.00-20.00

 

presentazione del libro


Testimoni del non-provato
Ricordare, pensare, immaginare la Shoah nella terza generazione


di Raffaella Di Castro (Carocci, Roma 2008)

in dialogo con l’autrice Paolo Jedlowski e Stefano Levi della Torre

 

ingresso libero

 

 

L’ultima generazione di ebrei ad aver ricevuto una trasmissione diretta della memoria delle persecuzioni fasciste e naziste si racconta. Per cercare un orientamento in mezzo a intricati e sofferti paradossi. Per legittimarli come reali e tradurli al di là dei “contenitori psichici” delle vittime e dei loro figli nei quali i nazisti hanno tentato di seppellire la memoria dello sterminio.
Partendo dalle sue stesse memorie di ebrea di terza generazione, come i suoi intervistati, l’autrice, grazie al contributo della filosofia, della storia orale, dell’ebraismo e della psicoanalisi, segnala il rischio per la memoria della Shoah di congelarsi tra una memoria-trauma, sempre meno comunicabile, e una memoria-dovere sempre più retorica e immemore della sua stessa storia.

 

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27