Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

martedì 7 giugno 2016 – ore 20.30-23.00

 

Testamento poetico


Elena Pugliese in dialogo con
Nicole Janigro, Paolo Jedlowski, Fabio Madeddu

 

ingresso libero

 

Estratto frame da Cosa vorresti lasciare di te

Archivio in progress di Testamenti Poetici, 2013-2016

 

 

Dove va a finire tutto ciò che abbiamo narrato, elaborato?  Passiamo la vita a costruirci un nostro sguardo sulle cose, un nostro pensiero critico, a formulare delle risposte.
Testamento Poetico è un archivio audio video in progress di lasciti iniziato nel 2013. Non raccoglie memorie, ma le crea per il futuro. È un lascito immateriale riguardo a ciò che ognuno vuole lasciare di sé, che non vorrebbe che succedesse dopo di sé, che vorrebbe che rimanesse nel ricordo di sé, che ha ereditato e che non vorrebbe andasse perduto. Un lascito privato per la collettività. Un dopo da cui partire.
La video installazione Cosa vorresti lasciare di te – Archivio in progress di TP 2013 – 2016 diventa occasione di riflessione e approfondimento sul tema del lascito, nel passaggio dalla scrittura all’oralità, dai beni quantificabili a quelli immateriali della memoria e del racconto, al ruolo degli oggetti come testimoni, rappresentazione quotidiana del lascito, come coloro che ci rendono liberi ma anche schiavi.

 

Elena Pugliese è autrice/biografa. Scrive per il teatro, cinema e radio. È esperta in metodologia autobiografica, insegna scrittura autobiografica. Il suo mestiere di biografa, inteso non solo come narratrice di storie ordinarie e straordinarie, ma anche ricercatrice e ‘cucitrice’ tra passato e contemporaneità, la porta a realizzare progetti e opere in collaborazione con Archivi e gallerie d’arte. Vive e lavora a Torino.

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27