Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

mercoledì 14 dicembre 2016 – ore 21.00-23.00

 

La poesia
Un viaggio tra le parole del mondo


Incontro con Stefano Raimondi

 

ingresso libero

 

 

Scarica la locandina

 

Sono le parole che dicono il nostro passaggio, che raccontano l’ordine e il disordine della nostra erranza, che ci permettono di rendere evidenti le nostre emozioni e i nostri sentimenti. La scrittura diventa sempre la nostra più autentica testimonianza e da questa verità si può partire per tentare, di nuovo, una conoscenza di sé: una sorta di rimpatrio.
Si torna a casa con la poesia! Una casa abitata e conosciuta, ma anche lasciata o abbandonata per andare/fuggire da qualche parte, verso qualcosa/qualcuno ancora da conoscere: riconoscere.
La poesia porta sulle tracce del riconoscimento di sé, sulle vie del rimpatrio e questo “andare” è la nostra storia più onesta e più sincera. Ogni poesia germina nell’esistenza e da qui riparte per incontrare vite disperse e sparse.
L’incontro invita a un percorso di accostamento all’arte della parola, per innescare questa ricerca, questo ritrovamento. Una ricerca che porterà alla luce delle parole capaci di essere complici di una nostra autobiografia emotiva, oltre che reale, in grado di mostrare l’evidenza di un meravigliarsi, ancora, di noi stessi e del mondo che ci circonda.

 

Stefano Raimondi (Milano, 1964) poeta e critico letterario, laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Milano. Sue poesie sono apparse nell’“Almanacco dello Specchio” e su “Nuovi Argomenti”. Ha pubblicato Invernale (1999); Una lettura d’anni, in Poesia Contemporanea. Settimo quaderno italiano (2001); La città dell’orto (2002); Il mare dietro l’autostrada (2005); Interni con finestre (2009); Per restare fedeli (2013). È inoltre autore di saggi su Vittorio Sereni e René Char (2007). È tra i fondatori dell’Accademia del Silenzio ed è autore del taccuino Portatori di silenzio (2012).

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27