Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Archivio eventi

 

domenica 22 gennaio 2017 – ore 9.00-13.00 e 14.00-18.00

 

Ouverture esistenziali e qualità della vita
Con lo strumento delle note musicali, scoprire luci e ombre del Sé

 

seminario con Silvio Morganti

 

Scarica la locandina

 

L’essere nel mondo di ciascuno di noi è, prima di tutto, uno stato d’animo.
E il confine tra stati d’animo opportuni e inopportuni è labile.
Tutto dipende dall’ouverture interiore che annuncia e descrive la giornata che ci attende.
Così, al risveglio dalla strana esperienza del sonno (che Kafka ha definito “Visita amichevole della morte”), siamo accompagnati al vivere diurno da ouverture diverse: vivaci e dense di costruttiva e ironica positività o, al contrario, annunciatrici di una profezia nefasta che potrebbe facilmente avverarsi.
Opere e Sinfonie suggeriscono una via d’uscita, fornendoci la chiave per aprirci al mondo con spirito e stato d’animo sereno.
E poi, Il Flauto Magico, straordinario viaggio verso la luce e la vittoria del Bene sul Male: anche Papageno, come il personaggio ritratto nel Murales, pensa di impiccarsi, ma il carillon magico e i tre fanciullini lo salvano. Un singolare e magico strumento, il carillon: metafora di un immaginario salvifico di cui ciascuno di noi, inconsapevolmente, dispone.
Un Laboratorio Liberatorio dove voce e pensieri di ciascuno contribuiranno a definire il confine certo (non labile…) di uno stare insieme costruttivo.
Un metodo di lavoro che prevede la partecipazione attiva dei presenti.

 

Costo e modalità di iscrizione
Costo 60 euro, iscrizioni entro il 14 gennaio 2017. È necessario iscriversi scrivendo a info@scuolaphilo.it. Min. 10, max 25 partecipanti.

 

Silvio Morganti, psicologo, già docente di Psicologia Attitudinale e Storia della Psicologia presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Svolge attività di consulenza e di ricerca in ordine ai processi comunicativi umani. Ha pubblicato Le voci del silenzio. L’ascolto nella comunicazione interpersonale (Franco Angeli, 1999) ed è autore di numerosi articoli sul medesimo argomento.

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27