Da Omero in poi, le parole composte con il suffisso Philo
servivano a descrivere l'atteggiamento di chi faccia coincidere il proprio interesse, il proprio piacere, la propria ragione di vita con una determinata attività.
Pierre Hadot

Scuola ABOF
Programma quadriennale
Ammissioni
Docenti e collaboratori
Calendario lezioni
 
Scuola MITOBIOGRAFICA
 
Centro culturale Philo
Calendario eventi
Archivio eventi
Pratiche filosofiche
 
Sportelli per l'ascolto
 
Pubblicazioni Philo
Sede
 
NEWSLETTER
SITI CONSIGLIATI
HOME PAGE

 

<< vai alla pagina Eventi

 

sabato 24 marzo 2018 – ore 10.00-13.00 e 14.00-18.00

 

L’invenzione della storia
appunti per una mitobiografia teatrale

 

seminario con Sonia Antinori

 

Scarica la locandina

 

Siamo fatti di storie. Schegge di vita tenute insieme da un collante che con gli anni si fa robusto o si affievolisce a seconda della nostra capacità di articolare pensiero e di costruire senso. Siamo i cento personaggi che siamo stati, nello straordinario, nel quotidiano, nelle avventure notturne o fantastiche. Siamo l’agnello e il coltello. Siamo le maschere di una Storia che non finisce di finire.

A partire dai concetti di utopia e testimonianza, esploreremo le categorie temporali di futuro, presente e passato attraverso strategie come segreto, menzogna, rivelazione e confessione servendoci liberamente di voci, personaggi o archetipi e di una lingua forgiata di volta in volta a dar loro corpo. Attraverso esercizi e giochi scenici e drammaturgici tenteremo di ricollocare i singoli racconti autobiografici (veri e presunti) nel disegno della memoria collettiva, perché raccontare è raccontarsi e raccontarsi è raccontare. (credits della foto: Tommaso Le Pera)

 

Costi e modalità di iscrizione
Costo del seminario: 60 euro. È necessario iscriversi entro il 14 marzo 2018 scrivendo a info@scuolaphilo.it. Minimo 8 / massimo 20 partecipanti.

 

Sonia Antinori: attrice, autrice e regista teatrale, nel 1993 ha vinto il Premio Pier Vittorio Tondelli, nel 1995 il Premio Riccione, nel 1997 il Premio Mravac come miglior spettacolo al Festival internazionale di Mostar per Berlinbabylon e nel 1998 il Premio Candoni per Nel tempo insolito. I suoi lavori sono stati tradotti nelle maggiori lingue europee e presentati in Italia e all’estero. Ha inoltre svolto attività di traduttrice e nel 2008 la sua versione di Sterminio dell'austriaco Werner Schwab ha ottenuto il Premio Ubu come migliore novità straniera. Nel 2011 ha ricevuto il II Premio Internazionale Valeria Moriconi – Futuro della Scena. Nel 2017 ha ricevuto l'VIII Premio Internazionale La/e Scrittura/e della Differenza/e per E la tua anima sarà guarita. Tra i suoi ultimi lavori teatrali Cronache del bambino anatra, sulla dislessia, attualmente in tournée.

 

 

Sede: Philo – Pratiche filosofiche, via Piranesi 12 – Milano – piano I

Passante Ferroviario/Porta Vittoria – Autobus/73 e 90 – Tram/12-27