29 Febbraio 2020 - 17:30 / 19:00 | Incontri a Philo

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI: Un posto nel mondo: Donne migranti e pratiche di scrittura

Con

  • Paolo Jedlowski
  • Elvira Mujcic
  • Simona Miceli

ingresso libero

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI questo incontro con Paolo Jedlowski, Simona Miceli, Elvira Mujcic. Presentazione di Un posto nel mondo. Donne migranti e pratiche di scrittura, di Simona Miceli (Luigi Pellegrini Editore 2019)

La migrazione, nelle vite di chi la sperimenta, può configurarsi come una cesura. Chi migra si trova a fare i conti con forme più o meno marcate di spaesamento, di frammentazione e di estraneità, ma anche di ricchezza di esperienza, di orizzonti, di immaginario e fantasia. 
È vero che dalle narrazioni dominanti diffuse nelle società di approdo può nascere il sentimento di sentirsi esclusi, di essere intrappolati in stereotipi, ma proprio l’impossibilità di identificarsi con queste narrazioni può spingere a costruirne altre: è questo il caso di alcune donne che, migrate in Italia negli ultimi decenni, hanno scritto testi letterari in lingua italiana. 
Nella loro prospettiva la migrazione può essere interpretata come uno spazio di riflessività, che si apre a partire dallo spaesamento ma che trova compimento in diverse forme narrative: la scrittura diventa pratica attraverso cui la propria storia è rielaborata, nuovi spazi si aprono, e nuovi ponti e dimore si offrono. Le interviste a venti scrittrici migranti innervano il libro: la sua lettura ribalta stereotipi, apre orizzonti inediti alla riflessione sulla lingua, sul racconto, sulle nuove comunità narrative in formazione.

Paolo Jedlowski è professore universitario di Sociologia e docente a Philo. Fra i suoi ultimi libri: Il racconto come dimora (Bollati Boringhieri).
Simona Miceli è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di scienze politiche e sociali dell’Università della Calabria. I suoi interessi di studio riguardano le migrazioni contemporanee, i processi di soggettivazione, vecchie e nuove forme di razzismo.
Elvira Mujčić è una scrittrice e traduttrice letteraria italo-bosniaca. Laureata in Lingue e Letterature straniere, attualmente al terzo anno della scuola di specializzazione in psicoterapia indirizzo Etno sistemico narrativo. Tra i suoi ultimi romanzi Dieci prugne ai fascisti e Consigli per essere un bravo immigrato (Elliot Edizioni).